Progetti internazionali

maggio 16th, 2011 Progetti 0 Comments

Progetti in corso o in fase di avviamento nei quali il Prof. Enrico Roda è presente come coordinatore

 

a) Progetto Internazionale MARS500 (Workpackage 2) che si svolgerà presso l’Institute for Biochemical Problems (IBMP) di Mosca allo scopo di studiare gli effetti sulla salute fisica e psichica dell’uomo nelle condizioni vissute dagli astronauti durante una missione di esplorazione su Marte avente come

 

Coordinatore il prof Enrico Roda.

( tracciabilità del progetto nel Dipartimento in cui insiste il prof Roda e nel Dipartimento di Scienze chimiche e farmaceutiche)

Il progetto, “MARS 500”, è stato avviato dall’IBMP in collaborazione con l’Agenzia Russa per l’aviazione e lo spazio (RKA) e consiste nel confinamento in un ambiente che riproduce nei principali aspetti funzionali i quattro moduli che costituiscono la navicella destinata nei prossimi decenni ad affrontare l’esplorazione di Marte:; lo scopo è la simulazione degli effetti del confinamento per il viaggio su Marte (105 giorni), a cui seguirà entro il 2010 la simulazione per 520 giorni della missione completa verso e dal pianeta Marte.
Al programma, sono stati ammessi a partecipare, dopo attenta selezione, 70 progetti internazionali, due soli dei quali italiani, finanziati dall’Agenzia Spaziale Italiana.

Il team interdisciplinare coordinato comprende gastroenterologi e chimici analitici dell’Università di Bologna, partecipa al programma MARS500 con un progetto volto a studiare gli effetti avversi sul funzionamento del sistema gastrointestinale derivanti da stress, alimentazione e vita in un ambiente isolato e confinato ( Workpackage 1 e Workpackage 2 ).

I Laboratori della Cattedra di Chimica Analitica del Dipartimento di Scienze chimiche e farmaceutiche ed il Laboratorio della Cattedra di Gastroenterologia del Dipartimento di Medicina Interna da anni collaborano per la messa a punto di breath test atti a monitorare importanti funzioni gastrointestinali (vedi curriculum prof Enrico Roda lavori scientifici nr 50, 52, 43, 35, 82, 87, 100).

Il progetto ha riguardato nella prima fase di 105 giorni appena conclusa ( Workpackage 1 ), lo sviluppo e la messa a punto di test del respiro (breath test) per monitorare con tecniche di indagine non invasive le alterazioni della motilità del tratto gastrointestinale, allo scopo di prevenire le loro conseguenze (alterazioni nella popolazione batterica intestinale, infiammazioni della mucosa, acidità gastrica con possibile insorgenza di ulcere, colite, costipazione, diarrea e difficoltà di assorbimento di sostanze nutritive). E’ stato dimostrato che i breath test sviluppati permettono di monitorare in modo semplice ed affidabile le funzionalità del sistema gastrointestinale utilizzando strumentazioni portatili e di semplice impiego. Gli stessi membri dell’equipaggio possono eseguire autonomamente il test ed inviare poi i risultati alla stazione esterna mediante telemedicina. Una soluzione che, oltre che sugli equipaggi delle missioni spaziali, potrà avere ricadute sulla popolazione in generale.

E’ ora in fase di organizzazione la seconda fase del programma MARS500, che inizierà il 1 marzo 2010 e comporterà l’isolamento di sei astronauti nel modulo NEK per 520 giorni, cioè per la durata prevista di una missione umana su Marte.

In questa seconda fase ( Workpackage 2), particolare attenzione sarà rivolta al versante del trasferimento dei dati emersi durante la prima fase. con particolare attenzione agli effetti che l’ alimentazione di prodotti a lunga conservazione, e per molta parte liofilizzati e privi di scorie ha rivelato produrre sul sistema gastroenterico nella prima fase, in termini di alterata motilità, stasi intestinale, alterato assorbimento di sostanze nutritive e prolungata esposizione della mucosa enterica a sostanze potenzialmente dannose, quali alcuni acidi biliari.

Il prof Enrico Roda in campo scientifico si è qualificato a livello internazionale per la sua esperienza sulla motilità della colecisti e del tratto gastroenterico , sulla biotrasformazione degli acidi biliari, sull’ effetto dei diversi acidi biliari sulla mucosa intestinale, sull’ assorbimento lipidico biliare (vedi curriculum lavori scientifici nr 24, 25, 39, 52, 50, 57, 76, 78, 84, 86, 91, 95)

 

b) Sviluppo e screening di nuovi farmaci e sostanze di derivazione vegetale per la cura della sindrome metabolica, ipercolesterolemia e patologie correlate (Intercept Pharmaceuticals la Jolla San Diego- USA, Università di Bologna, Karolinska Insitutet Uddinge Stockholm) (tracciabilità prevalente nel Dipartimento di Scienze Farmaceutiche, comunque l’argomento ha indotto un finanziamento dalla Fondazione del Monte sottodescritto).

Coordinatore il prof Enrico Roda.

Tale progetto è il proseguimento di tutta la predominante attività scientifica del prof Roda, che ha portato alla messa a punto teorica, alla sperimentazione nell’ animale, all’ applicazione nell’ uomo di terapie con acidi biliar,i le cui ricadute pratiche nelle cure mediche riguardano la cirrosi biliare primitiva, la calcolosi biliare, la colangite sclerosante primaria, la colestasi delle gravidanza, il trapianto di fegato.

L’attuale progetto prevede la sperimentazione nell’ animale e la sperimentazione clinica in campo umano di un derivato dell’ acido chenodesossicolico ad azione inibitoria su di un recettore nucleare (FXR) che potrebbe giocare un ruolo fondamentale nella cura di una grave malattia in grande incremento nella nostra società : la steatoepatite non alcolica che è noto evolvere spesso nella cirrosi epatica con necessità di trapianto di fegato.

Un aspetto che attiene sempre alla sintesi degli acidi biliari ed alla possibilità di influenzarla con una sostanza vegetale, la berberina, che ha effetti anche sulla resistenza all’ insulina, ha attratto un finanziamento dalla Fondazione del Monte.

(vedi ref 24, 31, 42, 63, 65, 71, 75, 79, 83, 86, 91, 98, 108, 110, 113, 120, 128, 130, 133, 134, 140, 142, 145, 147)

 

 

c) Identification and clinical application of nutraceuticals in the prevention of atherosclerosis and metabolic syndrome”( Università di Bologna, Karolinska Institutet Uddinge, Triple Crown AB Stockholm) .

Coordinatore il prof Enrico Roda.

Si tratta di un progetto iniziato nel 2005 in connessione con Triple Crown AB, azienda in parte di proprietà del Karolinska Institutet dell’ Università di Stoccolma e in collaborazione con il prof Paolo Parini, nostro ex allievo. Tale progetto oltre a pubblicazioni scientifiche ha generato due prodotti industriali.
d) Progetto internazionale di ricerca in ambito agro-alimentare per la promozione della salute (Progetto Repubblica di San Marino).

Coordinatore il prof Enrico Roda

In ambito agroalimentare e nutraceutico la Repubblica di San Marino e la Repubblica Italiana hanno sancito un accordo per stimolare un’ area depressa identificata tra la Repubblica di San Marino, il Comune di Pesaro ed il Comune di Rimini; per questo è stato intercettato un grosso finanziamento della Comunità Europea che sarà operativo al più presto.

Nel frattempo il prof E. Roda è stato nominato membro del comitato di esperti del Dipartimento di Studi biomedici ed il progetto di fattibilità dal titolo sopramenzionato è stato approvato nel giugno del 2007 ed è stato rilanciato recentemente con la conferma della leadership del Prof E. Roda.


L’attività di reparto ed il governo clinico: l’ attività tutoriale affidata al prof Roda
Progetti nazionali

About Enrico Roda

Negli anni immediatamente successivi alla laurea in Medicina e Chirurgia conseguita presso l’Università di Bologna nel 1966, il Prof. Enrico Roda ha svolto intensa attività di ricerca e di insegnamento presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Universita’ di Bologna. In particolare il settore che più lo ha qualificato in campo nazionale ed internazionale e’ stata la fisiologia e la patologia degli acidi biliari che ha dato fecondi risultati pratici portando alla messa a punto di nuove terapie della calcolosi biliare di colesterolo. Oltre alla sua attività di insegnamento come Docente del corso integrato di Malattie dell’Apparato Digerente presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna, attualmente il Prof. Enrico Roda e’ Responsabile della U.O. di Gastroenterologia del Policlinico S. Orsola – Malpighi, Titolare della Cattedra di Gastroenterologia dell’Università di Bologna.

» has written 17 posts

No Comments

You must be logged in to post a comment.

Recapiti attività professionale

Via Del Cane 7 40124 Bologna
Tel.: 051.582737
PRENOTAZIONE VISITA

Visualizzazione ingrandita della mappa